Le distrofie ungueali o onicodistrofie




Le unghie dei piedi sono ormai un retaggio di quando usavamo i piedi come mani, non hanno alcuna utilità da quando siamo scesi dagli alberi.

I nostri piedi non si sono evoluti all’interno delle scarpe, che sono una invenzione relativamente moderna, per i tempi dell’evoluzione.
Il continuo contatto delle unghie con la tomaia della scarpa può causare una lunga serie di patologie ungueali, tutte racchiudibili nel termine “onicodistrofia” o distrofia ungueale.

Le onicodistrofie sono generate da pochi grossi traumi o tanti piccoli traumi dell’unghia, in entrambi i casi si hanno manifestazioni simili.
“Distrofia” significa letteralmente “forma distorta” e ciò accade quando un urto piccolo o grande sull’unghia fa si che la matrice ungueale, che genera l’unghia, soffra, rallentando o interrompendo la crescita della lamina.
Quando la crescita ricomincia l’unghia che segue sarà sempre più spessa della precedente, crescerà più lentamente, potrebbe crescere non più dritta anche.

Senza nome
In caso di grossi urti la manifestazione patologica può essere macroscopica, in caso di traumi piccoli ma ripetuti, come accade all’interno di una scarpa troppo piccola, che si ripetono anche migliaia di volte ogni giorno, ad ogni passo, il cambiamento è minimo, impercettibile e di giorno in giorno non si noteranno differenze. Ma nell’arco di anni le unghie diverranno sempre più spesse, dure, gialle ed in alcuni casi deviate, verso l’altro o di lato.

L’onicodistrofia comprende quindi unghie
deviate, ispessite, ingiallite, ma anche rigate, incurvate, che affondano nei solchi fino a fare male, distaccate dal letto ungueale e, raggiunto un certo stadio, anche micotiche.

Una unghia distrofica infatti è più suscettibile alle micosi.

Una unghia distrofica può anche divenire estremamente pericolosa in soggetti immunodeppressi, diabetici, vasculopatici, dando vita a lesioni che possono avere anche esiti molto gravi.

Senza nome2
Il trattamento di un distrofismo deve essere svolto unicamente da un professionista quale il podologo, che non solo saprà restituire all’unghia un aspetto quanto più simile ad una unghia sana, ma saprà comprendere la causa della patologia consigliando il paziente affinché possa effettuare una efficace prevenzione.
Sono unghie che non vanno assolutamente trattate esteticamente, altrimenti si rischia di favorire il progredire della patologia invece di arrestarla.






Potrebbero interessare anche

• Il trattamento podologico
Assistenza domiciliare
• Risoluzione dell'occhio di pernice o heloma molle
• Ortesi plantari
Baropodometria e stabilometria
Rieducazione ungueale (Ortonixia)
Trattamento delle callosità
Trattamento delle patologie ungueali
• Medicazioni
Trattamento delle verruche
Trattamento delle micosi
Piede diabetico, cos'è?
Screening e prevenzione del piede diabetico
• Kinesiotaping

Questo sito internet non raccoglie alcuna informazione personale, non possiede cookies, tutte le informazioni che fornirete tramite la scheda contatti saranno trattate secondo il vigente regolamento sulla privacy.